La Bambola Voodoo cosi come l’utilizzo dei vari feticci vengono inseriti nelle pratiche di magia volte “al nero” siano queste di odio o di amore o addirittura di purificazione e guarigione, l’utilizzo quindi varia a seconda dell’intenzione e della volontà di chi sta operando.

I feticci più usati secondo tradizione vengono modellati con la cera a raffigurare la persona (uomo o donna) che deve essere ammaliata, sono anche chiamate immagini voust, può essere anche rappresentata con la foto del volto della persona stessa sul viso della bambola per avere il vantaggio di riprodurre esattamente i lineamenti della persona da colpire.
Quando si costruisce una bambola bisogna incorporagli la vita fluidica della persona da ammaliare , inserendo all’interno della bambola dei materiali come il sangue , pezzi di unghie, capelli, saliva, sangue mestruale, sperma o comunque oggetti che appartenevano e sono stati a stretto contatto con la vittima come ad esempio i fazzoletti usati, le calze e la biancheria intima.

La pratica più utilizzata per le bambole è L’Inchiodamento. L’inchiodamento originariamente in tempi passati era un’estrema conseguenza degli incantesimi esercitati sull’ombra che il corpo umano proietta al suolo; si trattava di pestare l’ombra della persona interessata e desiderare qualcosa con grande intensità in modo che il desiderio formulato si compisse. Un altro gesto di inchiodamento più arduo era quello di inchiodare con un chiodo l’ombra del malcapitato e poi recitare la maledizione o sortilegio.

Questa pratica si è poi “trasformata” in tempi più moderni col conficcare spilli e spilloni sui feticci e sulle bambole.

Generalmente nelle fatture d’amore , l’ammaliatore abbraccia, accarezza,bacia e effettua delle richieste con ordine alla bambola che rappresenta la persona da ammaliare, di amarlo eternamente o di ritornare da lui; nelle fatture d’odio la bambola viene colpita, picchiata, trafitta dagli spilli in punti e organi vitali, insultata, bruciata.

In ogni caso però alla fine di ogni rito, la bambola viene nascosta, coperta da un lenzuolo nero per l’odio, bianco per guarigioni e purificazioni, rosso per l’amore o addirittura sepolta nel terreno, preferenziale il cimitero se si tratta di operazioni necromantiche.